Ginecomastia

Dettagli dell’intervento di Ginecomastia

 

CURIOSITÀ
Durata intervento: circa 1 ora e 30 minuti

Riposo post-operatorio: 2 giorni

Modalità di ricovero: day surgery

Anestesia: locale

Ritorno alla vita sociale: 2-3 giorni

Ritorno all’attività fisica: 15-20 giorni

La Ginecomastia è un difetto della regione mammaria dell’uomo, caratterizzato da una mammella con aspetto “femminile”. La regione toracica è di grande importanza per la virilità del corpo maschile.
L’ aumento del seno nell’uomo può essere determinato da una crescita anomala della ghiandola mammaria, oppure semplicemente da un accumulo adiposo. Più frequentemente, è presente la combinazione di queste due situazioni. Il fattore responsabile di questa anomala crescita, può essere di tipo ormonale o, semplicemente dovuto ad un aumento ponderale (del peso) del paziente.

“L’ingrossamento della ghiandola mammaria nell’uomo può essere causa di un importante disagio sociale. Fortunatamente questo difetto è facilmente correggibile con una minima procedura chirurgica.”

 

 

La procedura chirurgica

 

Generalmente la procedura chirurgica consiste nell’associare la tecnica della mastectomia (asportazione chirurgica della ghiandola in eccesso) a quella della liposuzione (eliminazione dell’eccesso adiposo). A seconda della condizione clinica possono essere utilizzate singolarmente una o l’altra tecnica. La mastectomia introduce una cicatrice estetica lungo il margine inferiore del complesso areola-capezzolo.

L’intervento non altera di norma la fisiologia e la funzionalità mammarie.

 

Indicazioni pre-operatorie

 

E’ opportuno non programmare l’intervento immediatamente prima o durante il flusso mestruale. Informare il Chirurgo di qualsiasi trattamento con farmaci tipo: cortisonici, antiipertensivi, contraccettivi, ipoglicemizzanti, anticoagulanti, cardioattivi o tranquillanti ecc.

Sospendere l’assunzione di farmaci contenenti l’acido acetilsalicilico (Aspirina, Ascriptin, Bufferin, Cemerit, Vivin C ecc.) almeno 10 giorni prima dell’intervento. E’ consigliato alle pazienti in trattamento con contraccettivi orali di interrompere l’assunzione di tali farmaci un mese prima dell’intervento chirurgico. E’ necessario astenersi dal fumo (attivo e passivo) per almeno due settimane prima dell’intervento (l’incidenza delle complicanze è 10 volte superiore nei pazienti fumatori). Segnalare la comparsa di raffreddore, mal di gola , tosse e malattie della pelle. Qualora dovesse insorgere la necessità di assumere un qualunque farmaco non segnalato in fase di colloquio anestesiologico, farlo presente subito al dott. Battistella per valutarne possibile assunzione. Non assumere cibi né bevande dalla mezzanotte del giorno prima: mantenere il digiuno.

 

Il giorno dell’intervento

 

Fare un bagno accurato con un buon detergente della cute e non applicare creme sul corpo. Per qualche giorno dopo l’intervento, infatti, non sarà possibile bagnare il corpo.
Presentarsi in clinica con:

– Referti degli esami pre-operatori in originale.

- Abbigliamento:

  • Indossare abbigliamento comodo;
  • una maglietta non particolarmente aderente;
  • biancheria di cotone (slip e calzini);
  • abbigliamento pratico da indossare durante la permanenza in Clinica;
  • un paio di ciabatte.

- Saldo dell’intervento ll saldo della procedura deve pervenire il giorno dell’intervento:

  • a mezzo contanti;
  • a mezzo assegno

La sistemazione in clinica sarà in camera singola o doppia a seconda del numero di interventi della giornata e delle esigenze di reparto, pertanto, al fine di evitare di arrecare disturbo a chi ha appena subito un intervento chirurgico, è gradito un solo visitatore/accompagnatore per persona.

 

Dopo l’intervento di blefaroplastica

 

Cercare di non utilizzare i muscoli pettorali come alzarsi dal letto facendo forza con le braccia. Evitare di fare ampi movimenti con le braccia o sollevare pesi per almeno 10-15 giorni. Non guidare per una settimana. Se è stata applicata una medicazione compressiva, questa sarà rimossa dopo 2-5 giorni e sostituita dalla guaina elasto-compressiva. E’ opportuno assumere terapia antibiotica profilattica nei primi 6 giorni post-op. Non fumare per 10-15 giorni dopo l’intervento e non assumere farmaci a base di Ac. Acetilsalicilico. Può comparire una certa dolenzia che andrà risolvendosi nel giro di pochi giorni. Come antidolorifici sono da preferire quei farmaci che non interferiscono con la coagulazione (es. Paracetamolo). Sebbene le cicatrici siano normalmente poco visibili, spesso richiedono alcuni mesi per maturare ed attenuarsi. Nel caso che l’esito cicatriziale residuo non sia di buona qualità, con un breve intervento in anestesia locale sarà sempre possibile correggerlo. Eventuali attività sportive possono essere riprese dopo 1-3 mesi solo dopo il nulla osta del dott. Tommaso Battistella. Per almeno un mese non dormire proni o sul fianco (destro e sinistro) e non esporsi al sole o fonti di calore intense (es. sauna). E’ fondamentale indossare la guaina elasto-compressiva (quella in dotazione all’intervento) per 30-40 giorni, continuativamente giorno e notte.  Per ogni dubbio od incertezza, la paziente è invitata a contattare il dott. Tommaso Battistella. Nell’immediato post-operatorio si può avvertire una perdita di sensibilità dell’areola che generalmente si risolve spontaneamente con il tempo. Il paziente dovrà effettuare le visite di controllo presso l’ambulatorio del dott. Battistella come da indicazione specifica. Dopo le prime mediazioni indicate dal professionista a seconda dei casi, il paziente è tenuto a presentarsi dopo un mese, tre mesi, sei mesi ed un anno dall’intervento. E’ inoltre richiesto un controllo periodico per tutta la durata del post intervento con cadenza annuale per la valutazione dell’andamento del risultato a distanza. Il controllo post operatorio ha elevata importanza per il buon esito dell’intervento ed è pertanto necessario ritenerlo dovuto.

Evitare

  • Ampi movimenti con le braccia (innalzamenti e rotazioni): la prima settimana.
  • Sollecitazioni del corpo che portino a mobilizzare la regione mammaria (salti, colpi etc) per 2
  • Sollevamento di pesi (es: bambini o sacchi della spesa) per i primi 20 giorni.
  • Assunzione di farmaci a base di acido acetilsalicilico (aspirina) per i primi 20 giorni.
  • Esposizione al sole o ad altre fonti di calore intenso (sauna) per il primo mese.
  • La guida dell’auto per una settimana.

Necessario

  • Indossare la guaina elasto-compressiva per 30-40 giorni (24h/24)
  • Assumere scrupolosamente la terapia farmacologia prescritta.
  • Dormire in posiziona supina (a pancia in su) per almeno 2 mesi.
  • Dopo la rimozione dei punti massaggiare il seno 2-3 volte al giorno come spiegato dal chirurgo.
  • Riprendere l’attività sportiva gradualmente dopo 3 mesi.

Qui puoi scaricare i Documenti con le informazioni specifiche per l’intervento:

 

CONSENSO INFORMATO

PROSPETTO INFORMATIVO