Lifting Del Viso

Dettagli dell’intervento di Lifting del Viso

 

CURIOSITÀ
Durata intervento: circa 3 ore

Riposo post-operatorio: 3 giorni

Modalità di ricovero: 1 giorno

Anestesia: generale

Ritorno alla vita sociale: 7-10 giorni

Ritorno all’attività fisica: 20-30 giorni

Il Lifting del viso è una procedura chirurgica personalizzata per ciascuna paziente. Offre un risultato naturale ed armonico qualora associato con l’innesto di tessuto adiposo, capace di migliorare la qualità. Richieda subito un consulto al dott. Tommaso Battistella, anche solo inviando una foto. Potrà ricevere così le risposte alle sue domande.

“Il Lifting del volto deve “tirare in dietro l’orologio di dieci anni” offrendo, al contempo, un risultato naturale.”

 

 

La procedura chirurgica

 

Il Lifting del viso elimina le rughe della cute (ritidosi) e rimodella il volto attraverso la rimozione della pelle n eccesso. Inoltre prevede la consensuale rimozione o inserimento di grasso autologo (del paziente) per il ripristino corretto dei volumi facciali. Le cellule staminali contenute nel tessuto adiposo migliorano la qualità della pelle, aumentandone elasticità e lucentezza. Il grado di miglioramento varia da soggetto a soggetto ed è influenzato dalle condizioni fisiche della cute (fina o spessa) e dall’intensità del danno causato dalle radiazioni solari (ridotta elasticità). A questa procedura possono essere associate altre tecniche quali la Blefaroplastica.

Indicazioni pre-operatorie

 

E’ opportuno non programmare l’intervento immediatamente prima o durante il flusso mestruale. Informare il Chirurgo di qualsiasi trattamento con farmaci tipo: cortisonici, antiipertensivi, contraccettivi, ipoglicemizzanti, anticoagulanti, cardioattivi o tranquillanti ecc. Sospendere lassunzione di farmaci contenenti l’acido acetilsalicilico (Aspirina, Ascriptin, Bufferin, Cemerit, Vivin C ecc.) almeno 10 giorni prima dell’intervento. E’ consigliato alle pazienti in trattamento con contraccettivi orali di interrompere l’assunzione di tali farmaci un mese prima dell’intervento chirurgico. E’ necessario astenersi dal fumo (attivo e passivo) per almeno due settimane prima dell’intervento (l’incidenza delle complicanze è 10 volte superiore nei pazienti fumatori). Segnalare la comparsa di raffreddore, mal di gola , tosse e malattie della pelle. Qualora dovesse insorgere la necessità di assumere un qualunque farmaco non segnalato in fase di colloquio anestesiologico, farlo presente subito al dott. Battistella per valutarne possibile assunzione. Non assumere cibi né bevande dalla mezzanotte del giorno prima: mantenere il digiuno.

 

Il giorno dell’intervento

 

Lavare i capelli, struccare accuratamente tutto il viso con particolare attenzione alla rimozione del mascara dalle ciglia.

Presentarsi in clinica con:

– Referti degli esami pre-operatori in originale.

- Abbigliamento:

  • Indossare abbigliamento comodo;
  • una maglietta non particolarmente aderente;
  • biancheria di cotone (slip e calzini);
  • abbigliamento pratico da indossare durante la permanenza in Clinica;
  • un paio di ciabatte.

- Saldo dell’intervento ll saldo della procedura deve pervenire il giorno dell’intervento:

  • a mezzo contanti;
  • a mezzo assegno

La sistemazione in clinica sarà in camera singola o doppia a seconda del numero di interventi della giornata e delle esigenze di reparto, pertanto, al fine di evitare di arrecare disturbo a chi ha appena subito un intervento chirurgico, è gradito un solo visitatore/accompagnatore per persona.

 

Dopo l’intervento di ritidectomia

 

E’ importante mantenere intatta, asciutta e pulita la medicazione fino al successivo controllo ambulatoriale.

Una certa dolenzia è frequente nell’immediato post-operatorio e può essere risolta con l’uso di antidolorifici (Nimesulide).
Se sono stati posizionati dei drenaggi, è normale che sulle garze compaiano delle macchie di sangue. I punti di sutura cominciano ad essere rimossi dopo circa una settimana dall’intervento.

L’inevitabile edema (gonfiore) post-operatorio e l’echimosi cutanee (lividi), più o meno evidenti, tenderanno a risolversi spontaneamente nel giro di 10-12 giorni.
Sebbene, non sia necessariamente richiesto un periodo di riposo nell’immediato post-operatorio, è opportuno astenersi dall’attività sportiva per almeno tre settimane.
Cosmetici e fondotinta potranno essere applicati sul viso dopo circa 7-9 giorni.
Evitare per almeno due mesi l’esposizione ad intense fonti di calore (sauna) o raggi solari. Proteggere, comunque, le cicatrici visibili con creme a schermo solare totale (50 o 100+) per 3 mesi. Il paziente dovrà effettuare le visite di controllo presso l’ambulatorio del dott. Battistella come da indicazione specifica. Dopo le prime mediazioni indicate dal professionista a seconda dei casi, il paziente è tenuto a presentarsi dopo un mese, tre mesi, sei mesi ed un anno dall’intervento. E’ inoltre richiesto un controllo periodico per tutta la durata del post intervento con cadenza annuale per la valutazione dell’andamento del risultato a distanza. Il controllo post operatorio ha elevata importanza per il buon esito dell’intervento ed è pertanto necessario ritenerlo dovuto.

Evitare

– Ampie rotazioni ed estensioni con il collo la prima settimana
– Lavaggio dei capelli i primi tre giorni.
– Trattamenti o tinture ai capelli per un mese.
– Sollevamento di pesi (es: bambini o sacchi della spesa) per i primi 20 giorni.
– Assunzione di farmaci a base di acido acetilsalicilico (aspirina) per i primi 20 giorni.
– Esposizione al sole o ad altre fonti di calore intenso (sauna) per i primi mesi.

Necessario

– Riposo assoluto la prima settimana.
– Indossare giorno e notte la guaina compressiva per 3-5 giorni.
– Assumere scrupolosamente la terapia farmacologia prescritta.
– Dormire in posiziona supina (a pancia in su) e con il capo sollevato (porre due cuscini sotto al materasso) le prime due settimane.
– Dopo la rimozione dei punti massaggiare il volto 2-3 volte al giorno come spiegato dal chirurgo.
– Riprendere l’attività sportiva gradualmente dopo 1 mese.

Qui puoi scaricare i Documenti con le informazioni specifiche per l’intervento:

 

CONSENSO INFORMATO

PROSPETTO INFORMATIVO