NOVITÀ

Filler per trattamento dell’invecchiamento cutaneo: Sculptra

15 lug 2019, Scritto da Tommaso Battistella in blog
Filler riempitivo Scupltra

Nell’articolo precedente (puoi leggerlo qui) ho parlato di un trattamento innovativo contro l’invecchiamento cutaneo, il filler Radiesse.

Qui, invece, parlerò dell’altro filler innovativo che utilizzo con i miei pazienti, cioè il filler Sculptra a base di acido polilattico.

Ora ti spiego come funziona, qual è la durata dell’effetto, quali vantaggi ha e quali inestetismi del viso si possono trattare con il filler Sculptra.

 

Come agisce il filler Sculptra? Quali vantaggi ha?

 

L’acido polilattico è un polimero bioassorbibile che ha la proprietà di stimolare  i fibroblasti, quelle cellule del tessuto connettivo che provvedono alla sintesi di collagene.

Aumentare la produzione di collagene significa favorire una buona presenza di elastina e di acido ialuronico, per un risultato sinergico e più efficace.

Il filler Scupltra dà risultati duraturi e graduali, che si stabilizzano dopo 3 iniezioni da farsi nel corso di 3-4 mesi e che sono visibili da 2 a 4 settimane dalla prima iniezione.

Sculptra, infatti, agisce in profondità, andando a ripristinare progressivamente i volumi del viso e a riempiendo le rughe in modo “naturale” 

Gli effetti di riempimento e di ringiovanimento progressivi rendono l’effetto finale ancora più naturale, senza determinare grandi trasformazioni immediate o gonfiori, che potrebbero creare disagio soprattutto se in un’area sempre esposta come il viso. 

Con questo filler i risultati non saranno mai “plastici” e non altereranno la fisionomia del volto perché si va ad agire sulla causa e non solo sulle conseguenze dell’invecchiamento cutaneo.

La durata del trattamento è mediamente di 24 mesi, di gran lunga superiore ai filler di acido ialuronico. 

 

Quali rughe e quali imperfezioni si possono trattare con Sculptra?

 

Questo filler, approvato dall’FDA americana nel 1999, può essere utilizzato per trattare efficacemente:

- rughe superficiali

- pieghe naso-labiali

- linee di marionette

- zigomi poco accentuati

- pieghe, rughe o imperfezioni del mento

- occhiaie.

 

Per evitare fastidi o pizzicori nel corso dell’iniezione, vengono normalmente utilizzati degli anestetici locali.

 

Può sottoporsi chiunque a delle iniezioni con Sculptra?

 

I filler andrebbero evitati dalle donne in gravidanza o in allattamento e da tutte quelle persone con particolari patologie della pelle, malattie autoimmuni o allergia ai componenti.

Negli altri casi, il filler Sculptra ha raramente effetti collaterali e questi non sono gravissimi, perché l’acido polilattico è un polimero di qualità e ben tollerato dall’organismo.

In alcuni casi potrebbero comparire piccoli edemi o ematomi, rossore, infezioni o piccoli sanguinamenti, tensione o calore, con pari incidenza rispetto agli altri filler.

Si tratta comunque di effetti che spesso si risolvono spontaneamente in pochi giorni.

E’ sempre fondamentale rivolgersi ad un medico esperto: un’errata iniezione di qualsiasi filler può dare complicazioni gravi se svolta da chi non possiede le giuste competenze.

 

Per informazioni o per appuntamenti puoi scrivermi su messenger cliccando qui o telefonarmi al numero 393 5049516.

 

Lavoro in provincia di Treviso (“Casa di cura Giovanni XXIII” a Monastier e “Centro VitaMedica” a Paese) e a Verona (“Centro Medico Diagnostico Tecnomed”).