NOVITÀ

Trattamenti di medicina estetica per le occhiaie: caratteristiche e risultati

23 lug 2018, Scritto da Tommaso Battistella in Novità
Trattamenti occhiaie

Avere il viso dall’aspetto giovane e riposato è il desiderio di molte persone che, per diversi motivi, si trovano quotidianamente a combattere occhiaie e sguardo spento.

Il ritmo frenetico delle giornate, l’ambiente inquinato, lo stress, le cattive abitudini (es. il fumo), la carenza di sonno, alcune patologie e i fattori ereditari possono incidere negativamente sullo sguardo, rendendolo triste e poco luminoso.

Spesso, chi lamenta un viso “invecchiato”, si accorge che la reale motivazione del problema ricade nelle occhiaie.

L’area del contorno occhi, infatti, incide molto sull’aspetto complessivo del viso e, quando è segnata dalle occhiaie, impatta sul volto rendendolo stanco, triste ed invecchiato.

Come ridare, quindi, freschezza allo sguardo e “ringiovanire”, di conseguenza, il viso?

Esistono diversi tipi di trattamenti per le occhiaie che consiglio; riassumo le caratteristiche di ognuno.

 

1. Filler riempitivo per le occhiaie

 

Il filler per le occhiaie consente di trattare in sicurezza la zona che circonda gli occhi.

Si tratta di iniezioni di acido ialuronico (Redencity II – Teosyal -) o idrossiapatite di calcio (Radiesse – Merz).

Io utilizzo solo prodotti d’eccellenza che contengono oltre al principio attivo, un anestetico locale che rende il  trattamento indolore. Non è prevista alcuna anestesia. Mi avvalgo, inoltre, di un particolare “iniettore meccanico” (Teosyal Pen) che permette una distribuzione del prodotto omogenea ed uniforme.

Il filler riempitivo per le occhiaie garantisce risultati che durano mediamente un anno, perché l’acido ialuronico e l’idrossiapatite si riassorbono gradualmente. Tuttavia, la procedura è ripetibile nelle tempistiche prestabilite senza alcuna controindicazione.

Tra altri vantaggi del filler vi sono:

- l’assenza di invasività del trattamento

- la durata breve dell’operazione (circa 15 minuti)

- l’assenza di degenza e di tempi di recupero

- il rispetto della naturale armonia del viso.

 

2. Carbossiterapia per le occhiaie

La carbossiterapia, invece, è un’iniezione di anidride carbonica che ha l’effetto di migliorare l’ossigenazione dei tessuti e di riattivare la microcircolazione sanguigna e linfatica.

L’efficacia della carbossiterapia per le occhiaie è molto alta, poiché sono proprio la carenza di ossigeno e la circolazione sanguigna compromessa, le cause principali delle occhiaie.

Inoltre, tra gli effetti benefici dell’iniezione di anidride carbonica c’è anche l’aumento della produzione di collagene. Se vuoi approfondire come funziona la carbossiterapia e scoprire tutti i suoi ambiti di applicazione puoi leggere l’articolo di approfondimento che ho scritto qui.

L’aumento della produzione di collagene favorito dalla carbossiterapia contribuisce a donare “naturalmente” al volto trattato un aspetto giovane e sano.

La carbossiterapia nella area perioculare, a differenza del filler riempitivo, richiede una serie di sedute per donare i migliori risultati (generalmente 6 o 7 a distanza di una settimana).

I risultati del trattamento sono progressivi, ma si iniziano a vedere già dalla terza seduta.

A differenza del filler, la carbossiterapia, non “riempie”, bensì crea le condizioni fisiologiche affinché la zona trattata riprenda un colorito più rosa e maggiore tono cutaneo. Per questo il trattamento ideale prevede di accoppiare le due tecniche.

 

3. Laser frazionato

 

Questo trattamento lavora in modo specifico sulla qualità della cute. Nello specifico elimina gli strati di cute più superficiali (vecchi e spenti) e stimola la produzione di nuovo collagene per ridare elasticità ed eliminare le piccole rughe trasversali.

La metodica prevede l’uso di un’anestesia topica in crema da applicare circa mezz’ora prima della procedura, e ha una stagionalità che permette di eseguire il trattamento solo nel periodo autunno-inverno.

 

Prima di concludere, tengo a sottolineare che nessuno dei trattamenti di cui ho parlato toglie naturalezza al volto.

Trattare le occhiaie senza alterare la fisionomia del viso è possibile e si può fare.

La scelta del trattamento sarà consigliata dallo specialista a seconda delle specifiche caratteristiche del paziente.

Il filler riempitivo, la carbossiterapia o il laser, infatti, sono soluzioni medico-estetiche differenti per lo stesso problema e non esiste la migliore in assoluto, in molti casi vengono sovrapposte.

Per sapere quali trattamenti siano più idonei nel proprio caso è necessario prenotare una visita.

Solo ed esclusivamente visitando il paziente il medico può valutare la situazione e comunicare il metodo più efficace per trattare l’inestetismo.

Se sei interessato/a ad una valutazione medica e ad un eventuale trattamento per le occhiaie puoi scrivermi una mail a info@tommasobattistella.com o contattarmi al numero 3935049516.f

Lavoro in provincia di Treviso (a Monastier e a Paese), a Pordenone e a Verona.

Per continuare a leggere i miei articoli, metti “mi piace” alla mia pagina facebook!